Commento a Raising Dion, nuova serie targata Netflix

Netflix scommette di nuovo su serie TV che derivano dai fumetti e usano lo stilema supereroistico.

Parlo di Rising Dion, serie tv per ora alla prima stagione disponibile dal 4 Ottobre. L’ho vista per lo spirito di curiosità verso il piccolo protagonista, non un adulto ma ben sì un bambino di 8 anni.

Dion, interpretato da Ja’Siah Young, ha più carattere di tanti altri eroi più grandi di lui, è coraggioso e affronta un mondo pieno di difficoltà a modo suo. Spostando gli oggetti con il pensiero (off-topic – mi ricorda molto il film anni ’90 Matilda sei Mitica) crea un’atmosfera magica che scioglie il cuore, perché vedere un bambino con tutto quel potere e che lo sa gestire alla grande emoziona.

In Dion funziona, anche se un tema stra affrontato, la diversità. La compagna di classe Esperanza come fa a non suscitare tenerezza? E allo stesso tempo un po’ di rabbia irrisolta? Inoltre è palese come il muro tra bianchi e neri in America sia ancora alto, e tocca alla mamma (Alisha Wainwright, Shadowhunters) il compito difficile di spiegarlo al figlio.

Dall’altra parte invece il plot in sé non mi entusiasma più di tanto perché è scontato, con l’argomento fanta-scientifico già visto in altri prodotti come The Flash (l’amore per la scienza), Orphan Black (i labatori della BIONA e la Rachel asiatica) e così via.

Gli effetti speciali sono discreti, e per alcuni elementi della scrittura mi rimanda a Stranger Thinks: la presenza latente di un uomo gigante costituito da un insieme di fulmini, la possessione di un personaggio chiave, e per neanche a dirlo, i poteri di Dion ma non esiste confronto con Eleven.

Date le ultime due puntate, con un buon ritmo e forse le uniche, le premesse che continui ci sono tutte. Il finale così strappalacrime e intenso non può che presagire un futuro.

P. S. Anche a voi il bambino del campo di grano ha ricordato quello de Il Sesto Senso?

Voto serie: 6/7

Pubblicato da clickilblog

Questo è un blog personale che nasce dalla mia passione per le serie tv, americane per la maggior parte. Le ho seguite da sempre, prima in televisione con il sacrosanto appuntamento settimanale o giornaliero...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: