Recensione della 1×01 della nuova serie tv Prodigal Son

Il 23 settembre Fox ha rilasciato il pilot della nuova serie Prodigal Son, creata da Chris Fedak (Chuck) e prodotta da Chris Berlanti (DC Universe) e altri. E’ partita con un buon rating di ascolti dando una ventata di novità al parterre di serie tv di quest’anno.

 

images

 

Si presenta con il ritmo veloce tipico delle serie crime degli ultimi  e si basa sulla vita complessa di Malcolm Bright, interpretato da Tom Payne (Jesus di The Walking Dead). Payne sembra impersonare il suo Jesus con lo stesso sguardo tormentato e profondo di questo nuovo character

Malcom è il figlio di un dottore dall’aspetto carismatico e anche un po’ conturbante alla Charles Manson che da piccolo assiste alla trasformazione del padre in serial killer. Già in tenera età intuisce il modus operandi del padre e trova in un baule una vittima, causandogli gravi problemi comportamentali che si trascinerà lungo la sua vita.

Ma questo non ferma l’amore che prova verso il padre, divenuto ormai il chirurgo. Va trovarlo fino a prima di entrare nell’FBI e poi torna dopo dieci anni come un figliol prodigo per risolvere il suo primo caso da profiler in polizia.

 

Il padre, un bravissimo Michael Sheen (Good Omens) mantiene la sua unica ancora di realtà grazie al rapporto tossico con il figlio e sembra amarlo sinceramente, a suo modo.

 

intro-1564431875

 

Malcolm dall’altra parte si odia per non averlo dimenticato, come hanno fatto la sorella (Halston Sage) e la madre (Bellamy Young, Scandal). Così per redimere sé stesso e cercare di curare i suoi disagi come il tremore alla mano e gli incubi notturni, diventa la nemesi di ogni serial killer.

E’ intuitivo e così riesce a capire in anticipo le loro mosse. Mi ricorda molto il Patrick Jane di The Mentalist per il carattere sfuggente e per il dolore che ha dentro da tanti anni, e il Sherlock Holmes di Benedict Cumberbatch per l’intelligenza spiccata e la spavalderia con cui si relaziona con le persone.

 

prodigal-son-ascolti-usa-600x298

 

Aspettando di vedere come proseguirà, penso che Prodigal Son potrà essere una bella serie tv da vedere durante quest’autunno.

 

P.S. ritroviamo come medico legale niente di meno che l’eterna ragazzina Keiko Agena ( per chi non lo sa la Lane Kimdi Gilmore Girls)! 

 

P.P.S. Il mio resoconto finale lo trovate qui…

Pubblicato da clickilblog

Questo è un blog personale che nasce dalla mia passione per le serie tv, americane per la maggior parte. Le ho seguite da sempre, prima in televisione con il sacrosanto appuntamento settimanale o giornaliero...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: