The long night

Devo ancora riprendermi da lunedì sappiatelo. Il terzo episodio di Game of Thrones è stato il più bello di tutta la serie, una degna conclusione prima della grande conclusione. The long night finalmente ci fa vedere gli Estranei che arrivano silenziosi tra nebbia e ghiaccio, ci mostra il Re della Notte che agisce o meglio sta per agire. Ci permette soprattutto di accompagnare i nostri personaggi più amati verso la grande battaglia.

 

b2ap3_large_58384152_2188094954765694_4129799552628686848_n.jpg

 

Ho assaporato ogni minuto, ammirando il grandissimo lavoro che c’è stato nella fase di realizzazione: le scene sono state girate in un ambiente freddo in cui c’era della neve vera da attraversare e gli attori sono stati sottoposti a fatiche fisiche estreme regalandoci momenti memorabili. Per non parlare della colonna sonora, da brividi come sempre. E la sceneggiatura, chiaramente divida in tre generi. Da prima le ambientazioni da thriller ci hanno tenuto con il fiato sospeso, fino alle scene horror di Arya contro i non morti, e ai momenti finali della puntata pregna d’azione. Chapeu e ancora Chapeu.

 

Ma veniamo ai personaggi, prima a quelli caduti. Valar morghulis.

Edd, leale Guardiano della Notte che ha dato la vita per salvare il suo amico di sempre Sam Tarly, tenendo fede al giuramento fatto fino alla fine.

Lyanna Mormont, tredicenne cazzutissima. Una delle promesse della nuova era pensavo erroneamente io, invece con lei se ne va tutta la casata Mormont. E che uscita! Nel momento in cui ho visto il gigante ora diventato schiavo degli Estranei ho capito quale fosse il suo destino e ho sofferto. Perché quella ragazzina così esile ha dimostrato un coraggio raro, che le ha fatto uccidere poco prima della sua  morte un nemico più grande di lei. Dovrebbero erigerle una statua.

 

game-of-thrones-3

 

Baric Dondarrion, l’uomo che è stato baciato dal fiamme del Dio del Fuoco, colui che è morto tante volte per essere riportato in vita l’ultima e assolvere così al suo compito: trarre in salvo Arya Stark. Un personaggio che non ho particolarmente amato ma che se ne è andato con onore.

Theon Greyjoy, uomo che ha saputo riscattarsi solo alla fine. Sempre odiato, poi compatito una volta caduto nelle grinfie di Ramsay Bolton, e poi ancora odiato per il suo mancato coraggio. Solo nelle puntate finali di GOT l’ho rivalutato ma ho capito che sarebbe stato un papabile candidato per i caduti nella grande battaglia. Servendo Bran ha dimostrato di essere una brava persona rendendoci tutti fieri di lui fino al suo abbraccio della morte con il Re della Notte dando agli ultimi momenti della sua vita un grande valore.

Jorah Mormont, cavalier servente tutta la vita. Innamorato di una donna che non l’ha mai corrisposto ma devoto alla sua protezione fino all’estremo sacrificio. Jorah è stata forse la perdita che mi ha sconvolto di più, perché era una colonna della serie fin dalla prima stagione, sopravvissuto a tante peripezie che pensavo potesse essere immortale. Invece era soltanto un uomo come tutti noi.

 

game-of-thrones-8x03-the-long-nightjpg.jpg

 

Tra i sopravvissuti alla grande battaglia, premetto ho tirato un sospiro per tutti soprattutto per Jaime, Brienne, Verme Grigio; quella che mi ha lasciato a bocca aperta è stata Arya Stark. Immensa, la vera eroina di tutta la storia. Tutte le cose che ha passato, le sofferenze e la preparazione l’hanno portata a dove è ora. Al posto giusto al momento giusto, chi poteva uccidere il Re della Notte se non nessuno?

 

arya.jpg

 

Rimane da scoprire il futuro imminente, se ci sarà un lieto fine o se questa è stato solo il preludio alla vera catastrofe. Arya compirà la profezia a cui è stata destinata dalla Donna Rossa?

Vedo dell’oscurità in te e in quella oscurità ci sono degli occhi che mi fissano. Occhi scuri, occhi azzurri, occhi verdi. Occhi che tu farai chiudere per sempre.

Sappiamo solo che mancano tre puntate all’epilogo e che possiamo rimandare l’ansia per la fine di un’era ancora per un poco, per lo meno non oggi.

 

siriogiphy.gif

 

Voto puntata: 10 (e lode!)

Pubblicato da clickilblog

Questo è un blog personale che nasce dalla mia passione per le serie tv, americane per la maggior parte. Le ho seguite da sempre, prima in televisione con il sacrosanto appuntamento settimanale o giornaliero...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: