Le sirene nelle serie tv

siren

 

Voglio affrontare un sottotema fantasy che è stato, a mio avviso, trattato in modo anomalo nelle serie tv. Parlo dell’universo narrativo che ruota attorno alle sirene; il problema in questione ha due caratteristiche:

  •  Il tono in cui si è scelto di presentare il mondo subacqueo, dalle tinte adolescenziali e poco approfondite, intendo la serie H20, a cui poi arriverò.
  • La poca varietà di serie sulle sirene. Abbiamo pochi telefilm da confrontare, forse per il tema che attira poco pubblico o per la mancanza di coraggio e creatività da parte degli autori.

Le produzioni sono per lo più oltre oceano e poco conosciute ai più, come ad esempio Dysebel serie tv delle Filippine che nasce come adattamento tv della graphic novel. È quella più “tradizionalista” e vede come protagonista una ragazza metà pesce che è costretta a fuggire dalla città natale perché considerata una maledizione e inizia così la sua nuova vita da sirena in mare aperto. Poi abbiamo The legend of the blue sea, serie coreana composta da una sola stagione che racconta del rapporto tra una giovane sirena e un ragazzo che ha salvato in più occasioni.

 

Veniamo ora a quelle più note.

 

h20.001H20. È una serie tv per ragazzi di produzione australiana andata in onda dal 2006 al 2010 per un totale di sole tre stagioni, che poi si è diffusa in tutto il mondo arrivando fino in Italia. Parla di tre amiche che sono alle prese con la loro nuova condizione di sirene scaturita dopo essere cadute in una grotta magica. Qui vediamo agli esordi due giovanissime Claire Holt e Phoebe Tonkin che in futuro diventeranno main characters nell’universo di The vampire diaries.

Mako Mermaids – Vita da tritone. È lo spin off di H20 ed è ambientata immediatamente dopo la fine della serie madre. Anch’essa australiana, vista tra il 2013 e 2016 con 3 stagioni, è approdata poi su Disney Channel e oggi disponibile su Netflix. Per la prima volta in un telefilm vengono introdotti i tritoni, si porta così in scena la vita di sirene adolescenti da un punto di vista maschile. Le vicende di Zac, che entra in contatto con le 3 sirene protagoniste di H20 sono al centro della trama.

 

AAAABfZ-Gf6cRlaUwj90q9_50Fs1jngbjeTuNndLHAN1EZXfdM76oBOTv3tfU_Tk9kzHOamzKDViCsOuZph7FUAawY2S73p4oW3s4jwSfTmQHLu6DHFy5HhtJzZdRNn14yg8CopXlUtsAw.jpgTidelands. Decisamente dal tono più serio e destinata a un pubblico adulto, la serie targata Netflix – di cui ho visto solo il pilot – racconta di una ex criminale che torna a casa dopo un lungo periodo di tempo. Durante le indagini emergono degli strani avvenimenti che rimandano a delle creature mezze umane. Di produzione ancora una volta australiana, è così forte il tema delle sirene in questo paese mi chiedo – Tidelands è composta da 10 episodi e non si sa ancora se ci sarà una seconda stagione in futuro.

 

MV5BMTk1MTA0NDQ1M15BMl5BanBnXkFtZTgwMzcyNTAwNzM@._V1_UY268_CR16,0,182,268_AL_Siren, Serie tv del canale Freeform è arrivata alla sua seconda stagione ed è ripartita da una manciata di giorni. Questa serie mi sento di difenderla perché penso sia l’unico tentativo riuscito con un giusto mix di fantasy e leggenda, personaggi ben caratterizzati e intrecci amorosi (quelli non devono mancare mai). I protagonisti sono Maddie e Ben, biologi marini coinvolti nei fenomeni che colpiscono la cittadina di Bristole Cove dopo l’arrivo della misteriosa e intelligente Ryn (interpretata da Eline Powell, apparsa in Game of thrones). Percepiamo le sirene come una vera e propria comunità con le proprie regole, creature soprannaturali dal carattere forte e a volte aggressivo, pronte a combattere gli umani per difendere il loro predominio sugli oceani.

 

E voi che ne pensate? Conoscete altre serie tv sulle sirene?

 

 

 

 

 

 

Pubblicato da clickilblog

Questo è un blog personale che nasce dalla mia passione per le serie tv, americane per la maggior parte. Le ho seguite da sempre, prima in televisione con il sacrosanto appuntamento settimanale o giornaliero...

7 pensieri riguardo “Le sirene nelle serie tv

  1. Le sirene sono amatissime dalle persone transessuali, perché essendo prive di genitali sono le creature più vicine possibili a chi come loro è in bilico tra il sesso maschile e quello femminile. L’ho scoperto grazie a Jazz Jennings, una simpaticissima Youtuber transgender. Lo sapevi?

    "Mi piace"

  2. C’è anche Sirene, una serie tv, tutta italiana, mandata in onda sulla Rai. La serie, dai toni a volte anche comici, mi è piaciuta perché ha affrontato temi centrali della vita: la scoperta di sè e la lotta contro un destino già scelto da altri. Le tre sirene che approdano a Napoli, sono alla ricerca di un tritone, il quale, in questo universo, è alla mercè delle sirene e viene comandato a bacchetta, come tutti i tritoni. I tritoni devono solo fare una cosa: accoppiarsi e mandare avanti la specie. Questo tritone, stanco di essere usato e di proseguire una tradizione che non lo soddisfaceva, scappa e arriva a Napoli, dove inizia una carriera da sportivo, diventando famoso come giocatore di palla a mano( mi pare). Le tre sirene si mettono sulle sue tracce e, infine, lo trovano: ne va della specie. Lui deve stare insieme a una delle tre: il trio è composto dalla madre e dalle due sorelle. La sorella maggiore deve fare il suo dovere e stare assieme al tritone: non ci sono alternative. Almeno così sembra. Tutta la serie gioca sul soggiorno delle sirene e del tritone a Napoli, tra equivoci, incontri decisivi, scelte da fare tra il dovere e il piacere. E comunque gli inconvenienti non mancano. Le sirene, alla fine, scoprono di amare fin troppo gli umani e la loro vita, anche se poi ritornano nel loro ambiente naturale.
    Siren,invece, non l’ho mai visto: lo guarderò perché amo le sirene e tutto ciò che le racconta. Da bambina, sono rimasta affascinata dalla sirena Ariel della Disney e dal film “Splah, una sirena a Manhattan “. Un film cult. Prova a guardare Sirene e poi scrivi una recensione.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: